Visualizzazione del risultato

  • Offerta

    Scossalina in acciaio zincato

    49,00 44,90
La scossalina tiene l’acqua fuori dal tetto grazie a tre fattori: la gravità, la tensione superficiale e la pressione del vento. In base a ciò, la scossalina può essere installata come tegole, con un pezzo che lambisce una tegola all’altra, oppure può essere sigillata insieme come una superficie continua. In entrambi i casi, la scossalina può anche essere riconfigurata con un profilo non continuo per evitare l’ingresso di acqua attraverso la tensione superficiale.

Tipi di scossaline: esterne ed interne

Ci sono due tipi generali di scossaline utilizzati nella costruzione in muratura. Il primo tipo è la scossalina esterna (scossalina a vista) e il secondo è la scossalina interna (scossalina nascosta). Ciò che le distingue è il funzionamento.

Le scossaline esterne o a vista impediscono all’umidità di penetrare nel punto in cui la parete interseca il tetto. Le scossaline interne o nascoste, invece, raccolgono l’acqua che è penetrata e la drenano attraverso fori di scarico all’esterno della parete. Questo rende sì che sia necessaria una scossalina interna in qualsiasi punto in cui la cavità è interrotta, come le testate di finestre, porte e davanzali.

 

Quali sono i materiali delle scossaline?

La scossalina è anche classificata in base al materiale di cui è composta e alla posizione della stessa all’interno di una struttura dell’edificio.

I materiali utilizzati per la scossalina includono rame, acciaio zincato, piombo, alluminio, acciaio inossidabile, materiale in fogli bituminosi e plastica. In alcuni casi viene utilizzata una combinazione di questi, come l’acciaio zincato ricoperto di bitume che impedisce la corrosione dell’acciaio a contatto con la malta.
La scossalina nascosta è tipicamente costituita da lamiere, tessuti con rivestimento bituminoso, plastica o altri materiali per membrane impermeabili. Le scossaline metalliche sono le più durevoli, quindi il loro utilizzo è decisamente consigliato in condizioni esterne/esposte.

 

Scossaline: dove servono

Alcune posizioni comuni per le scossaline includono colmi o valli del tetto, intorno ai camini, ai parapetti in muratura, alle fermate di ghiaia e alla testa delle aperture o delle falde acquifere.
Le posizioni delle scossaline vicino ai giunti generalmente includono giunti di dilatazione e contrazione, nonché gli spazi creati nelle intersezioni di materiali diversi. Poiché queste posizioni generalmente tendono ad essere soggette a maggiori movimenti, è necessario installare la scossalina in modo da consentire questa fluttuazione.

 

Scossalina del tetto

La scossalina del tetto può essere nascosta o a vista. In genere, questo tipo di scossaline sono fissate con viti e rondelle in neoprene sulla parte superiore o tra le tegole, a seconda che siano esterne o interne. La maggior parte delle installazioni, comunque, prevede l’intreccio di lastre di scossalina tra le tegole del tetto.
Ogni volta che viene interrotta la continuità del sistema di copertura del tetto, è necessaria una scossalina per evitare infiltrazioni d’acqua attraverso l’apertura. Alcuni luoghi comuni in cui questo avviene sono quelli in cui sono installati tubi di sfiato, scarichi sul tetto, sfiati sul tetto o lucernari.
Inoltre, eventuali future colonne o angolari in acciaio utilizzati per supportare cartelli, aste di bandiere o altri oggetti richiedono la scossalina.

 

Scossalina coprimuro

La scossalina coprimuro viene utilizzata per deviare l’umidità che è entrata nella parete verso l’esterno, prima che possa causare danni. Questo metodo di scossalina è considerato il metodo più efficiente per prevenire le perdite, tranne nelle aree esposte a terremoti.
La scossalina coprimuro viene utilizzata in tutti i punti in cui l’umidità può penetrare nella parete oltre che in punti particolarmente sensibili ai danni causati dall’acqua.

 

Scossalina per tettoia in legno

Un ulteriore uso per le scossaline è nelle tettoie in legno. Il legno è il materiale che più tende a marcire e a rovinare la struttura della casa se viene a contatto con l’acqua o anche solo con l’umidità. Le scossaline per tettoie in legno impediscono all’acqua di rovinare le componenti in legno, mantenendo l’integrità strutturale della tettoia e impedendo che vengano causati ingenti danni a tutte le zone nelle vicinanze.

Progettazione e installazione

Quando si seleziona il materiale della scossalina, bisogna tenere bene a mente la reattività chimica con i materiali adiacenti. Alcuni materiali delle scossaline, infatti, possono reagire e causare macchie se vengono a contatto con altri materiali.

Inoltre, se la scossalina è particolarmente lunga, dovrebbe essere dotata di giunti di dilatazione in modo che non si deformi durante l’espansione e la contrazione del tetto o delle pareti.

L’installazione di scossaline utilizzando materiali e metodi tradizionali ha permesso di costruire alcune delle strutture più durevoli mai erette. Tuttavia, questo richiede esperienza ed è un processo che richiede tempo.
Materiali di copertura più recenti e sigillanti moderni possono integrare le tecniche tradizionali e semplificare il lavoro.

Come l’ambiente interagisce con le scossaline

L’ambiente gioca un ruolo principale nelle scossaline e nei cedimenti del tetto. L’esposizione all’aria salmastra e alle piogge acide può causare corrosione, mentre il calore eccessivo, le forti nevicate e i venti forti possono modificare fisicamente la forma della scossalina.

Nelle zone costiere, per esempio, l’acciaio inossidabile è preferito perché è resistente alla corrosione salina.
Selezionare il giusto tipo di scossalina e installarlo correttamente è importante per creare un sistema di copertura che sia efficace e duri a lungo.