Contattaci allo 045.8781780

Benvenuti nel mondo del legno    Valuta di base:

Casette in legno senza concessione edilizia

È possibile predisporre nei propri spazi o all’interno della propria proprietà una casetta in legno senza richiedere la relativa concessione edilizia?

Quando si acquista una struttura in legno prefabbricata, si tenderà spesso e volentieri a pensare che per il posizionamento e l’installazione all’interno dei nostri spazi, sarà necessario espletare una pratica burocratica meno complessa rispetto a quella che sarà necessario istruire per una casa tradizionale realizzata un muratura.

Spesso nel web si incorre in erronee informazioni riguardo la disciplina tecnica e normativa che regola l’installazione di una casetta in legno all’interno della propria proprietà. Cerchiamo di fare chiarezza nel merito, definendo una volta per tutte gli aspetti normativi e le autorizzazioni necessarie per la costruzione di case prefabbricate in legno, indipendentemente dal fatto che si tratti di ville caratterizzate da dimensioni importanti o in alternativa di strutture di pochi metri quadrati, utilizzate come studiolo o piccolo deposito.

Nei paragrafi successivi andremo ad analizzare passo dopo passo la tipologia di permessi che sarà necessario ottenere per il posizionamento nei propri spazi di una struttura in legno. Definiremo inoltre il concetto di edificabilità di un terreno e la relativa richiesta di permesso di costruzione. Infine opereremo una panoramica relativa ai costi e alle sanzioni e pene previste dalla normativa vigente, per il reato di abusivismo edilizio, che si riferisce alla costruzione di un fabbricato senza aver ottenuto il relativo permesso.

Edificabilità di un terreno

La costruzione o il posizionamento di una casa in legno, dovrà necessariamente avvenire su di un terreno edificabile, dopo aver ottenuto la relativa concessione edilizia; quest’ultima verrà rilasciata dal Comune di appartenenza.

Esaminando nel merito e consultando il Piano Urbanistico Comunale, sarà possibile chiarirsi le idee di quali siano le aree che rientrano in una zona edificabile. Il P.U.C. è di fatto lo strumento che regola la gestione delle attività di trasformazione urbana, rispettivamente all’interno del territorio di competenza.

Onde poter verificare con certezza la chiara ed esplicita edificabilità di un terreno, sarà necessario rivolgersi all’ufficio tecnico del proprio Comune di Residenza, inoltrando espressa richiesta.

foto-esterno-casetta-in-legno-da-giardino

Come avanzare richiesta di permesso di costruzione

Una volta che sarà stata accertata chiaramente e verificata l’edificabilità di un terreno, sarà possibile procedere con la richiesta dell’ottenimento del Permesso di Costruzione; quest’ultima dovrà essere presentata direttamente presso gli uffici del Comune di appartenenza.

Essere in possesso di un terreno edificabile non si traduce direttamente nell’assoluta certezza di poter ottenere una concessione edilizia; a tal proposito sarà opportuno rivolgersi alla consulenza di una figura professionale qualificata, quale un tecnico abilitato come un geometra, un architetto o un ingegnere: il professionista incaricato potrà occuparsi direttamente della presentazione del relativo progetto, opportunamente redatto e sviluppato, correlato da un’indagine geologica del sito interessato. Il Comune di appartenenza, dopo aver valutato con attenzione la documentazione tecnica presentata, scioglierà la riserva, decidendo se rilasciare o meno il permesso di costruzione.

È bene precisare che la regolamentazione relativa ai requisiti per la costruzione, varierà da un territorio all’altro; per tale ragione non è possibile redigere un disciplinare o un decalogo univoco in materia di concessioni edilizie.

Costi per la costruzione o l’installazione di una casa in legno

Quali sono i costi relativi alla costruzione e all’installazione di una casa in legno? Da un punto di vista meramente burocratico, le spese da sostenere saranno praticamente identiche, sia che si decida di costruire una struttura in legno o in muratura. Ovviamente optando per una struttura in legno, da un punto di vista tecnico si accorceranno notevolmente i tempi di posa in opera. Una casa in legno offre inoltre il vantaggio di avere un preventivo di spesa relativo al budget di investimento, decisamente più preciso ed attendibile di quanto non sia un preventivo per la costruzione di una struttura in muratura.

La costruzione di una struttura in legno, vi permetterà di beneficiare di un ottimo controllo della spesa. A tal proposito è bene precisare di come i migliori costruttori di case in legno, mettano a disposizione dell’utenza, preventivi assolutamente gratuiti ed estremamente precisi e dettagliati, in modo da potervi fornire una stima assolutamente precisa dei costi da sostenere.

Il reato di abusivismo edilizio

Premesso dei paragrafi precedenti che anche per la costruzione di un’abitazione in legno sarà necessario istruire una pratica relativa all’ottenimento di concessione edilizia, se si sarà sprovvisti dei permessi, si incorrerà nel reato di abusivismo edilizio. Quest’ultimo prevederà la punibilità in riferimento alla giustizia penale e secondariamente a livello amministrativo, attraverso alcune sanzioni comminate.

L’abusivismo edilizio è punito con ammenda e/o reclusione penale, passibile di prescrizione e da relative sanzioni amministrative pecuniarie. Alla sanzione penale e amministrativa seguirà inoltre il provvedimento di demolizione o la riduzione in pristino, o ancora  la confisca o l’acquisizione gratuita al patrimonio dell’amministrazione competente, non passibile di prescrizione.

Posizionare una casetta in legno nel proprio giardino: come essere in regola

Se intendete acquistare un casetta in legno prefabbricata da posizionare all’interno della vostra proprietà o giardino, da utilizzare come deposito attrezzi, piccolo studiolo o ancora bungalow o piccola depandance, per essere in regola con le disposizioni di legge, dovrete procedere come segue: la pratica per il posizionamento di piccole strutture prefabbricate, prevederà la redazione di una piccola relazione tecnica illustrativa, relativa alla struttura che intendete posizionare nella vostra proprietà.

La relazione dovrà essere accompagnata da un disegno in pianta, nel quale saranno indicate le dimensioni della struttura e la sua rispettiva posizione; dovranno inoltre essere indicate le distanze di rispetto dai confini degli altri manufatti. Il nostro consiglio è quello di accompagnare tale relazione tecnica, con una documentazione fotografica e da una scheda tecnica della struttura che intendete acquistare.

L’elaborato tecnico da presentare agli uffici competenti del Comune di residenza dovrà necessariamente essere siglato da un professionista qualificato, quale un geometra, un architetto o un ingegnere. Se si procederà con la redazione della DIA, una volta che il documento sarà presentato, si dovrà attendere il tempo di 30 giorni: se in detti tempi non giungeranno delle comunicazioni contrarie da parte degli uffici tecnici del Comune di residenza, si potrà procede al posizionamento e installazione. Se in alternativa il Comune richiederà il Permesso di Costruire, in tal caso occorrerà attendere che il l’autorità preposta rilasci formalmente il documento.

Permesso comunale per casette in legno di piccole dimensioni

Una casetta prefabbricata in legno di piccole dimensioni (dai 6 ai 20 metri quadri circa) rientra nella materia della così detta edilizia libera. Per tale ragione queste strutture necessiteranno solamente di una semplice comunicazione di installazione.

Per strutture caratterizzate da misure più grandi, si renderà invece necessaria una pratica edilizia vera e propria, più o meno complessa, a seconda delle caratteristiche e delle dimensioni specifiche della struttura.

A chi rivolgersi per le pratiche autorizzative relative a casette prefabbricate in legno

Per avere informazioni specifiche e dettagliate, relative alla posa in opera di strutture prefabbricate in legno, potrete rivolgervi direttamente all’ufficio tecnico del vostro Comune.

Nel caso di una semplice comunicazione, potrete decidere di presentare la pratica direttamente. In caso della posa in opera di strutture più complesse e caratterizzate da dimensioni  importanti, dovrete necessariamente avvalervi della consulenza di un professionista qualificato per l’espletamento della pratica edilizia da istruire presso gli uffici competenti. Se rientrerete nella disciplina dell’edilizia libera, non si renderà necessario eseguire calcoli strutturali o antisismici.

 

Lascia un Commento
  • Casette in legno su misura
  • Mondorattan.com
  • Mondosaune.com